Il primo atto di giustizia verso lo Spirito è questo, renderci conto che siamo stati < salvati > <rigenerati > < rinnovati > che lo < Spirito è stato effuso su di noi abbondantemente >(Tt3,2);

che < lo Spirito opera portenti in mezzo a noi> (Gal 3)

che siamo incessantemente influenzati dalla Potenza dello Spirito(Rm15)

È necessario giungere alla convinzione di questa Presenza operante in noi alla percezione viva di questa Presenza che non è solo una forza di amore, ma è una Persona e dobbiamo giungere a sentire viva questa realtà che non siamo soli che ogni passo verso il bene è sempre fatto a 2.

È curioso questo fatto se noi ci intratteniamo familiarmente con Dio, se parliamo cuore a cuore con Lui è difficile che noi ci rivolgiamo ad una Persona presente in noi, ci rivolgiamo sempre ad un Essere che è sopra, che è vicino, non che è dentro di noi !

questo denuncia la nostra impreparazione a vivere intimamente la realtà dello Spirito che vive in noi così troviamo logico fermarci di tanto in tanto ad adorare l’Eucaristia.. Ma la presenza dello Spirito in noi non dovrebbe essere una presenza potente come quella Eucaristica ?

Fare durante il giorno delle soste di riflessione intrattenendoci con lo Spirito Santo in noi quanto ci farebbe progredire!

Quando parliamo ad una persona, se ci rivolgessimo nel silenzio allo Spirito Santo presente in lei per invocarlo,per chiedere luce e forza per quella persona che si sta rivolgendo a noi, quanto servirebbe a noi e agli altri!

Quando Gesù ha insegnato la carità presentandoci quel suo famoso principio:<Tutto quello che fate al più piccolo l avete fatto a me> Non insegnava esattamente questo?Non ci ammoniva che nel fratello c’è una presenza divina misteriosa?Che deve orientare,illuminare,regolare tutto il nostro rapporto con lui?

il grande insegnamento di Gesù:

“se voi che siete cattivi sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre Nostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che lo chiedono”.

Gesù ci dice di chiedere il massimo, lo Spirito Santo, il bene sommo, la somma di tutti i beni.

Cerco di spiegare meglio che cos’è chiedere lo Spirito Santo: è chiedere tutto ed è anche dare tutto.

É chiedere l’amore e, quando chiedo lo Spirito Santo, chiedo l’amore infinito di Dio, di essere toccato da questo amore purificato, da questo amore, chiedo di guarire nella mente, nel cuore, nella volontà.

Chiedere lo Spirito Santo è chiedere tutto ed anche dare tutto, perché quando guarisce la mente, guarisce il cuore, guarisce la volontà, date tutto.

Chiedere lo Spirito Santo è bruciare tutti gli egoismi in noi, tutte le meschinità che ci imprigionano, è chiedere che la vita di Gesù sì manifesti in noi, che i lineamenti di Gesù comincino ad essere abbozzati in noi, è chiedere la santità e far nascere in noi l’uomo nuovo e che cessi di dominare in noi l’uomo vecchio, è chiedere la Sapienza di Dio, chiedere il cuore di Dio.

Chiedere di cominciare una vita radicalmente nuova e, chiedendo tutto, voi date tutto.

Provate a sperimentare la potenza di questa preghiera anche oggi in tutte le situazioni di debolezza, chiedete lo Spirito Santo, quando siete deboli chiedete lo Spirito Santo, quando siete scoraggiati chiedete lo Spirito Santo, quando siete stanchi e delusi chiedete lo Spirito Santo, quando siete vili, quando siete superficiali, chiedete, chiedete, chiedete.

Se sperimentate la potenza di questa preghiera, voi non la lasciate mai più.

È la preghiera più bella, più completa e più facile per voi e gli altri e, mi sembra di poter dire, il capolinea della preghiera: chiedere lo Spirito Santo!

Qualche volta penso: come mai si è divulgato così poco questo insegnamento di Gesù? È strano, sono 2000 anni che Gesù ha dato questo consiglio sulla preghiera e noi preti non insegniamo abbastanza a chiedere lo Spirito Santo eppure se vi abituate a chiedere lo Spirito Santo, se il chiedere lo Spirito Santo diventa un punto fondamentale della vostra vita spirituale, a poco a poco sentirete che lo Spirito Santo mette mano al timone della vostra barca e la pilota Lui, avrete intuizioni nuove nelle cose importanti, una intuizione nuova di voi stessi, della vostra miseria, dei vostri limiti e anche delle vostre possibilità, dei vostri doni.

Se chiedete molto lo Spirito Santo, se vi abituate su consiglio di Gesù, la vostra Fede si irrobustirà, la vostra speranza si consoliderà, la vostra carità metterà radici profonde.

Se vi abituate a chiedere lo Spirito Santo, cambia la vostra vita, la vita cambia completamente.

“Padre nel nome di Gesù donami lo Spirito Santo “

Volete pregare per gli altri? Ma esiste una preghiera migliore di questa?

“Padre, per Gesù,donagli lo Spirito Santo!”

Voi non sapete ciò che dovete chiedere quando pregare per una persona: come conoscete i suoi problemi veri dato che vi sfuggono persino i vostri? Ma una cosa é sicura: voi chiedete il massimo per quella persona se chiedete per lei lo Spirito Santo.